Dimmi “come mangi” e ti dirò chi sei!

Postato il

Non di solo plastica vive il bimbo! Anzi, meno plastica ha intorno, meglio cresce; questo in molti lo sappiamo e lo riconosciamo come dato acquisito. Ma, al momento della pappa, quando c’è l’elevato rischio che un piatto voli a terra con tanto di manicaretto, o un bicchierino lasciato proprio sul precipizio del tavolo s’infraga contro il pavimento, è estrememente semplice cedere alle tentazioni del derivato dal petrolio.

Anche perchè, diciamocelo, è molto più semplice reperire un piatto o un bicchiere di plastica per bambini, economici e che si trovano non solo nei negozi dedicati alla prima infanzia ma persino nei supermercati, nei discount e nei tanto diffusi “chinese shop”.

Ma l’alternativa c’è e non è così oneroso o complesso reperirla!

Bandita la plastica, ecco allora un mondo di posate, bicchieri, stoviglie… di ceramica, di vetro, di metallo, di legno…

Diamo un’occhiata allora a qualche proposta di vasellame per infanti:

duktig-piatto-ciotola__0086286_PE214926_S4

  • Piattini e ciotoline in gres. Realizzati con il materiale con cui, usualmente, si fabbricano piastrelle, sono abbastanza resistenti ed adatti soprattutto per coloro che prediligono per i loro bimbi il Metodo Montessori. Si trovano, semplici, delle giuste dimensioni e a buon mercato, da Ikea (Duktig). Sempre della stessa linea, è possibile trovare bicchierini di vetro e tazzine in gres. Inoltre da Ikea è possibile trovare posate in acciaio inox (Dragon) o acciaio e plastica (Smaska).
  • Stoviglie in porcellana. Più ricercate e ad un prezzo relativamente sostenuto, ma vivaci e molto graziose, possono essere acquistate online anche da Villeroy & Boch (nella sezione Porcellana / Stoviglie per bambini).bambu_BabyFS_056830_large
  • Posate e ciotole in fibra naturale, per tutti i palati (anche i più delicati), si possono acquistare online da Bambu; sicure e realizzate in materiale eco-sostenibile.

 

Queste sono le stoviglie alternative alla plastica che ho trovato; e voi, avete qualche altro suggerimento? Scrivete nei commenti la vostra esperienza. Il modus educandi del proprio bambino, divezzo o semi-divezzo, si riflette anche sugli strumenti attraverso cui viene consumato il pasto quotidiano: ad ognuno il suo!

2 pensieri riguardo “Dimmi “come mangi” e ti dirò chi sei!

    Valeria ha detto:
    gennaio 21, 2016 alle 6:58 pm

    Ottimo articolo, molto utile soprattutto per noi tate montessoriane! Grazie Alessandra 😊

    Mi piace

      tataalessandra ha risposto:
      gennaio 22, 2016 alle 8:47 am

      Grazie! Scoperto questo materiale per caso sul web; devo rinnovare anch’io il mio vasellame!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...