baby sitter

Protetto: Tagesmutter e nidi di famiglia autonomi: nuova dichiarazione di inizio attività

Postato il Aggiornato il

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Annunci

Cremona: alle famiglie voucher di 500 euro per i servizi di conciliazione

Postato il

voucher

Entro il 30 settembre 2015 le famiglie di Cremona possono richiedere al Comune dei voucher, bonus spendibili per l’accesso ai servizi pubblici e privati di conciliazione vita-lavoro mediante i quali viene autorizzato il rimborso di parte delle spese sostenute e regolarmente documentate.

Il voucher consiste in un contributo per l’utilizzo/ rimborso una tantum di uno o più dei seguenti servizi:

  • Asilo nido
  • Micronido
  • Centro prima infanzia
  • Nido Famiglia
  • Baby sitting
  • Baby Parking
  • Ludoteca
  • Mense scolastiche
  • Trasporti scolastici
  • Centri ricreativi diurni
  • Servizi domiciliari
  • Assistenti familiari
  • Eventuali altri servizi di simile natura

Il valore di ogni voucher è pari a complessivi € 500,00. Le risorse disponibili per l’anno 2015 sono pari a € 19.000, per un totale di 38 Voucher da erogare sul territorio del Distretto di Cremona.

Le domande pervenute saranno valutate da apposita Commissione composta dai referenti tecnici dei soggetti partner del progetto Tempomat.

L’erogazione dei voucher avverrà in base alla graduatoria formulata dalla Commissione a seguito della valutazione delle domande pervenute e ritenute ammissibili, secondo i criteri sotto elencati:

  • composizione anagrafica del nucleo familiare
  • condizione lavorativa
  • presenza e caratteristiche dei carichi di cura
  • situazione economica certificata tramite attestazione I.S.E.E.

I voucher saranno erogati dall’Azienda Sociale del Cremonese.

Per ulteriori informazioni e per richiedere i voucher: www.comune.cremona.it

Protetto: Voucher baby sitter ed asili nido: tutte le informazioni per presentare la domanda

Postato il Aggiornato il

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Aperte le iscrizioni al servizio tagesmutter “Tata Alessandra”

Postato il

tataaleTata Alessandra è una mamma, laureata con lode, pluridiplomata, con attestato di tagesmutter (l’operatrice di nido famiglia). Dal 2010 accudisce nella sua abitazione un piccolo gruppo di bambini, dai 6 mesi ai 3 anni di età, in un clima sereno e creativo. Utilizza esercizi di psicomotricità, fornisce informazioni a carattere pedagogico e ludico ai genitori dei bimbi. Si avvale del supporto di psicologa e pediatra. Assicurazione, pannolini, salviette e pranzo inclusi nei costi.

APERTE LE ISCRIZIONI PER SETTEMBRE 2014 – LUGLIO 2015. DISPONIBILITA’ LIMITATA.

Per informazioni contattatemi:

mail: tatalessandra@hotmail.it

tel. 333 58 54 103 (dopo le 16.30)

INCONTRI CON I GENITORI: ogni lunedì dalle 17.00 alle 18.00 (su appuntamento)

CONTATTI:

web: http://tatalessandra.altervista.org/index.html
mail: tatalessandra@hotmail.it    
cellulare: 333 58 54 103 (dalle 16.30 alle 19.30)
Zona: Roma, Monteverde nuovo – Colli Portuensi

L’inserimento dei bimbi nel nido di famiglia / tagesmutter : cos’è e come si fa

Postato il Aggiornato il

Immagine
L’INSERIMENTO soft (o “ambientamento”) è un periodo di circa 15 giorni, in cui il bambino gradualmente si “ambienta” (appunto) nel nuovo contesto, costruendo un rapporto rassicurante con la tagesmutter che entra nel cerchio dei suoi “caregivers” ed acquisendo tempi e ritmi sempre più definiti.

Prevede alcuni giorni di compresenza del genitore durante le varie attività di routine (gioco, merenda, cambio, sonnellino, pranzo…), per poi gradualmente “allontanare” lo stesso. Così il distacco bimbo-mamma/papà avviene nel modo più dolce possibile.

Di seguito vi riporto un esempio di TABLE TIME d’inserimento soft:

– 1° giorno (ORE 9.00 – 10.00): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore; genitore e bambino possono muoversi liberamente nella sala del gioco, mentre la tagesmutter si limiterà ad osservare ed “imparare” dal genitore il suo modo di relazionarsi al bambino. Il genitore proverà a dare una merenda al proprio bimbo, se occorre. (un’ ora circa, in cui è sempre presente il genitore);

– 2° giorno (ORE 9.00 – 10.00): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore; genitore e bambino possono muoversi liberamente nella sala del gioco. La tagesmutter, oltre che osservare ed “imparare” dal genitore il suo modo di relazionarsi al bambino, tenta un primo approccio relazionale col bimbo stesso; prova a dare una merenda al bambino, in presenza del genitore, se il bimbo ne ha necessità (un’ ora circa, in cui è sempre presente il genitore);

– 3° giorno (ORE 9.00 – 12.00): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore; genitore e bambino possono muoversi liberamente nella sala del gioco. La tagesmutter, oltre che osservare ed “imparare”dal genitore il suo modo di relazionarsi al bambino, si relaziona col bimbo stesso; prova a dare una merenda al bambino, in presenza del genitore, se il bimbo ne ha necessità. Dopo la merenda, il genitore cambia il proprio bimbo e prova ad addormentarlo, secondo le proprie modalità. La tagesmutter si limita ad osservare. Al risveglio, il bimbo torna a casa con il genitore (un’ ora e mezza circa)

– 4° giorno (ORE 9.30 – 13.00 circa): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore; genitore e bambino possono muoversi liberamente nella sala del gioco. La tagesmutter, oltre che osservare ed “imparare” dal genitore il suo modo di relazionarsi al bambino, si relaziona col bimbo stesso; prova a dare una merenda al bambino, in presenza del genitore, se il bimbo ne ha necessità. Dopo la merenda, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo ed il genitore prova ad addormentarlo, secondo le proprie modalità. La tagesmutter si limita ad osservare. Al risveglio, la tagesmutter mostra al bimbo ed al genitore il seggiolino, le posate… Il genitore porge la pappa al proprio bimbo, in presenza della tata. Dopo il pranzo, il bimbo torna a casa con il genitore (un’ora e mezza circa).

– 5° giorno (ORE 9.30 – 13.00): ogni bimbo viene accolto dalla tata insieme ad un genitore; genitore e bambino possono muoversi liberamente nella sala del gioco. La tagesmutter, oltre che osservare ed “imparare” dal genitore il suo modo di relazionarsi al bambino, si relaziona col bimbo stesso; prova a dare una merenda al bambino, in presenza del genitore, se il bimbo ne ha necessità. Dopo la merenda, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo ed il genitore prova ad addormentarlo, secondo le proprie modalità. La tagesmutter si limita ad osservare. Al risveglio, la tagesmutter mostra al bimbo ed al genitore il seggiolino, le posate… La tagesmutter prova a dare la pappa al bimbo, in presenza del genitore. Dopo il pranzo, il genitore cambia il proprio bimbo e il bimbo può tornare a casa col genitore.

– 6° giorno (ORE 9.30 – 13.30 circa): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore, in mattinata; dopo un momento di gioco, in cui sono presenti genitore e tagesmutter, il genitore si allontana per circa 20 minuti; al suo rientro, la tagesmutter prova a dare la merenda al bimbo, in presenza del genitore. Dopo la merenda, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo ed il genitore prova ad addormentarlo, secondo le proprie modalità. La tagesmutter si limita ad osservare. Al risveglio, la tagesmutter mostra al bimbo ed al genitore il seggiolino, le posate… La tagesmutter prova a dare la pappa al bimbo, in presenza del genitore. Dopo il pranzo, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo e il bimbo può tornare a casa col genitore.

– 7° giorno (ORE 9.00 – 13.30 circa): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore, in mattinata; dopo un breve momento di gioco (max 15 min), in cui sono presenti genitore e tagesmutter, il genitore si allontana per circa 60 minuti; la tagesmutter prova a giocare a e dare la merenda al bimbo. Dopo la merenda, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo. Alle 10.15 il genitore rientra e prova ad addormentare il bimbo, secondo le proprie modalità. La tagesmutter si limita ad osservare. Al risveglio, la tagesmutter mostra al bimbo ed al genitore il seggiolino, le posate… La tagesmutter prova a dare la pappa al bimbo, in presenza del genitore. Dopo il pranzo, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo e il bimbo può tornare a casa col genitore.

– 8° giorno (ORE 9.00 – 13.30 circa): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore, in mattinata; dopo un breve momento di gioco (max 10 min), in cui sono presenti genitore e tagesmutter, il genitore si allontana rientrando subito dopo il pisolino (11.45). Al risveglio, la tagesmutter mostra al bimbo ed al genitore il seggiolino, le posate… La tagesmutter prova a dare la pappa al bimbo, in presenza del genitore. Dopo il pranzo, la tagesmutter prova a cambiare il bimbo e il bimbo può tornare a casa col genitore.

– 9° giorno (ore 9.00 – 13.30 circa): ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore, in mattinata; dopo un breve momento di gioco (max 5 min), in cui sono presenti genitore e tagesmutter, il genitore si allontana rientrando dopo il pranzo e il cambio del bimbo (13.30); il bimbo può tornare a casa col genitore.

– 10° giorno: ogni bimbo viene accolto dalla tagesmutter insieme ad un genitore, in mattinata; dopo un momento di gioco, in cui sono presenti genitore e tagesmutter, il genitore si allontana rientrando dopo il pisolino pomeridiano del bimbo. (15.30 circa).

Ovviamente, ogni piccino è a sè. E’ importante modulare l’inserimento sulla base della storia personale, dell’indole e delle reazioni del bimbo stesso.

Buon lavoro!

Per approfondimenti:

Tata Alessandra – Tagesmutter Autonoma Roma

si consiglia la lettura di:

Rosanna Bosi (2002), “Pedagogia al nido”, Carocci editore, Roma

Grazia Honegger Fresco (2001), “Un nido per amico”, Edizioni La Meridiana, Molfetta