corso

Protetto: Schede operative per tagesmutter (materiale corso per tagesmutter con introduzione ai principi montessoriani)

Postato il

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Annunci

Protetto: Piani di sviluppo. Materiali per il Corso per tagesmutter con introduzione ai principi montessoriani

Postato il

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Protetto: L’ambiente si fa casa. Materiale del Corso per Tagesmutter con introduzione ai principi montessoriani

Postato il

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

ALLATTAMENTO, SVEZZAMENTO E ATTACCAMENTO – Roma, 25 febbraio

Postato il Aggiornato il

volantinocrabetta

Alto contatto, attaccamento, relazione con e “gestione” del bimbo allattato, svezzamento: questi alcuni dei temi al centro dell’incontro “Allattamento, svezzamento, attaccamento: aspettative biologiche di alimentazione e accudimento”, tenuto da Martina Carabetta, ICBLC (Consulente professionale in allattamento materno) e Fondatrice di Latte&Coccole®, il primo ambulatorio romano dedicato all’allattamento.

L’incontro è rivolto a genitori, mamme in attesa, nonni, operatori dell’infanzia, tagesmutter, baby sitter, educatori, pediatri…

Si svolgerà a Roma, sabato 25 febbraio dalle 10.00 alle 16.00, in via Menotti Garibaldi 17, nell’ambito del “Corso per Tagesmutter con introduzione ai principi montessoriani” presentato da Associazione Montessori Brescia e patrocinato da Opera Nazionale Montessori.

Per ulteriori informazioni, costi ed iscrizioni contattare: corsotagesmutteroma@gmail.com

Corso Tagesmutter a Roma patrocinato dall’Opera nazionale Montessori

Postato il Aggiornato il

Si terrà a Roma il “Corso per Tagesmutter con introduzione ai principi montessoriani”, patrocinato dall’Opera Nazionale Montessori e presentato dall’affiliata Associazione Montessori Brescia.
L’operatore domiciliare all’infanzia (tagesmutter) è una figura professionale presente già da qualche anno in Italia e molto radicata nei paesi del nord e del centro Europa. Accudisce presso la propria abitazione un piccolo numero di bambini, offrendo un servizio personalizzato e flessibile per le famiglie.
La tegesmutter è una professione a tutti gli effetti ai sensi della L. 4/2013 e rappresenta un’opportunità di auto-imprenditorialità per coloro che amano lavorare con i bambini.

Il presente corso, unico nel suo genere nel Lazio e in tutto il centro Italia, possiede la particolarità ed il valore aggiunto della formazione pedagogica ad indirizzo montessoriano con ben 40 ore di formazione sul metodo Montessori con docenti dell’Opera nazionale Montessori.
I corsisti avranno la possibilità di affacciarsi al pensiero ed al metodo di Maria Montessori che prevede un approccio al bambino rispettoso dei suoi ritmi di crescita e di apprendimento e dei suoi reali bisogni.

La formazione teorica di 200 ore e le 50 ore di pratica permetteranno di acquisire le conoscenze e di approfondire le unità di competenza indicate nel Repertorio regionale delle competenze e e dei profili formativi della Regione Lazio per il profilo formativo della tagesmutter.

Il corso si terrà a Roma.

La data d’inizio corso è prevista per sabato 28 gennaio 2017.

E’ prevista la presentazione sabato 17 dicembre 2016 alle ore 15.00 presso la sede dell’Associazione Culturale “Armonia dei Contrari”, Viale dei Quattro Venti 28, Roma.

Il corso è presentato dall’ affiliata all’Opera Nazionale Montessori.

Per partecipare alla presentazione e/o per ulteriori informazioni scrivere a:
corsotagesmutteroma@gmail.com

locandinacorso

 

Marche: corso per operatori di nido domiciliare

Postato il Aggiornato il

IAL Marche Srl, promuove un corso di formazione autorizzato dalla provincia di Macerata (D.D. n. 48/VI del 18/02/2016) della durata di 88 ore con sede a Macerata.

Si tratta di un corso di aggiornamento per operatore di nidi domiciliari.

L’Operatore di nidi domiciliari, secondo quanto previsto dalla DGR 1038/2012, è un soggetto che accoglie uno o più bambini in età compresa tra 0 e 36 mesi presso il domicilio (proprio o della famiglia) o in luogo terzo appositamente attrezzato favorendone, in accordo con la famiglia, la crescita, la socializzazione, l’autonomia e lo sviluppo nel rispetto dei tempi individuali.

Al termine del percorso formativo sarà rilasciato l’Attestato di Frequenza ai sensi dell’art. 8 L.R. 31/98. (Cod. Reg. TE10.11.1.1)

Il corso avrà un costo complessivo di € 400,00 a persona, le modalità di pagamento sono esplicitate sul bando.

SCADENZA ISCRIZIONI: 25/03/2016

Oper-nidi-domic-336x212

INVIARE:

1.   Domanda di partecipazione (Allegato 9);

2.   Curriculum Vitae formato europeo firmato in originale (Allegato 16).

3.   Copia del titoli di studio o autocertificazione;

4.   Copia del documento d’identità firmato in originale e in corso di validità;

5.   N° 1 fototessera;

6.   Autocertificazione che attesti di non aver procedimenti penali in corso e di non aver subito condanne penali per reati relativi ad abusi, maltrattamenti, ed altri fatti previsti dalla l. 269/98, così come disposto al comma 4 dell’allegato c alla dgr 1038/2013;

7.   Copia del permesso di soggiorno in corso di validità o della ricevuta postale per la richiesta di rinnovo per i cittadini stranieri

I candidati i cui TITOLI DI STUDIO SONO STATI CONSEGUITI ALL’ESTERO dovranno produrre:

• Certificazione di equipollenza del titolo di studio conseguito all’estero, qualora si tratti di cittadini stranieri provenienti da paesi dell’UE;

• Dichiarazione di valore del titolo di studio resa dalla rappresentanza diplomatica italiana presente nello stato che ha rilasciato il diploma o certificazione di equipollenza del titolo di studio conseguito all’estero, qualora si tratti di cittadini provenienti da paesi extracomunitari.

TRAMITE:

–        raccomandata A/R (farà fede il timbro postale) all’indirizzo di IAL Marche Srl – Via dell’Industria, 17/A – 60127 Ancona (AN)

–        consegna a mano – previo appuntamento – presso la sede IAL del CFP di Macerata di Via dei Velini n. 52/b – 62100 Macerata (MC);

indicando sulla busta la dicitura

Corso AGGIORNAMENTO OPERATORE NIDI DOMICILIARI (Macerata) – cod. 193532”

La domanda di iscrizione, compilata, sottoscritta e completa di allegati, dovrà pervenire tassativamente

 entro e non oltre il 25/03/2016

BANDO, DOMANDA DI PARTECIPAZIONE, SCHEMA CURRICULUM VITAE, DICHIARAZIONE NO PENDENZE PENALI

Umbria: i nidi familiari

Postato il Aggiornato il

bimbi

In Umbria, la L.R. 30/2005 (art. 5) e il  Reg. Reg. 13/2006 disciplinano, in relazione a nuovi bisogni emergenti dai contesti sociali del territorio, la sperimentazione di ulteriori tipologie di servizi all’infanzia rispetto a quelli tradizionali.

Il “nido in famiglia” è un servizio sperimentale socio-educativo-ricreativo che accoglie minori di età compresa tra i tre mesi e i tre anni, disciplinato dalla D.G.R. 16 maggio 2012, n. 513. E’ destinato a favorire le opportunità di socializzazione dei bambini, nonchè a valorizzare il ruolo dei genitori nell’intervento educativo, prevedendone il diretto coinvolgimento nella conduzione e nella gestione del servizio.

Rispetto ai servizi tradizionali si differenzia per la sua totale integrazione  con il  contesto abitativo, la flessibilità nel funzionamento e la ridotta capacità ricettiva.

L’attivazione del nido familiare in via sperimentale è riservata a coloro che abbiano frequentato l’apposito corso regionale, riferito agli standard minimi di competenze “Gestione di nido familiare” ( D.G.R. 16 maggio 2012, n. 513, allegato 5).

Per l’attivazione, anche in via sperimentale, del nido in famiglia deve essere richiesta l’autorizzazione al Comune di riferimento al fine di assicurare la supervisione della sperimentazione ed il coordinamento con la rete dei servizi per la prima infanzia presenti sul territorio comunale.

Il nido in famiglia può accogliere un numero limitato di bambini compresi quelli dell’ambito familiare della medesima fascia di età, fino ad un massimo di quattro contemporaneamente. La permanenza del bambino non appartenente al nucleo familiare di base, non può superare le nove ore continuative. La presenza analitica dei minori è registrata su una scheda settimanale esposta all’interno dei locali e resa accessibile agli Organi deputati alla vigilanza.

L’attività può essere condotta da un genitore o da un operatore in ogni caso in possesso degli standard minimi di competenza previsti dal sistema di competenze per la gestione di nidi familiari ( D.G.R. 16 maggio 2012, n. 513, allegato 5).

Il nido in famiglia deve sorgere in immobili ad uso abitativo presso cui l’operatore ha la residenza/domicilio. La struttura deve garantire le seguenti caratteristiche: a) licenza di abitabilità/agibilità; b) requisiti igienici minimi previsti dai Regolamenti locali d’igiene e dalle normative nazionali e regionali vigenti in materia di edifici di civile abitazione; c) condizione di sicurezza degli impianti, anche di prevenzione incendi, nei casi previsti dalla legge; d) adattabilità ai soggetti portatori di handicap usufruenti di sedia a ruote, secondo quanto stabilito dal D.P.R. n. 503/1996. L’attività può essere avviata se nell’unità immobiliare sono disponibili: uno spazio autonomo con lavandino e fasciatoio; uno spazio da destinarsi all’ospitalità dei bambini di almeno dodici metri quadrati, organizzato in modo da garantire l’accoglienza, il gioco e il riposo; un locale cucina dotato di idonee attrezzature per la cottura, il riscaldamento e la conservazione dei cibi.

L’attività di nido in famiglia, non avendo caratteristiche di un servizio di ristorazione collettiva, nonché essendo ubicata in normali strutture abitative, non necessita di autorizzazione sanitaria ai sensi dell’art. 2 Legge 30 aprile 1962, n. 283 “Modifica degli artt. 242, 243, 247, 250 e 262 del T.U. delle leggi sanitarie approvato con R.D. 27 luglio 1934, n. 1265: Disciplina igienica della produzione e della vendita delle sostanze alimentari e delle bevande”. E’ quindi possibile la preparazione e la somministrazione di alimenti fermo restando l’applicazione, in ogni fase, di corrette norme di prassi igienica.

L’esercizio dell’attività, fermo restando il rispetto degli adempimenti contributivi e fiscali, è soggetta ad autorizzazione al funzionamento da parte del Comune. Salvo diverse disposizioni comunali ai sensi del Regolamento regionale 13/2006, la richiesta di autorizzazione deve essere obbligatoriamente corredata da: documentazione attestante il possesso dei requisiti dell’immobile; dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi art. 46 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa” rilasciata dal titolare dell’attività che attesti la rispondenza ai requisiti; relazione descrittiva dell’attività (progetto di servizio) che specifichi le modalità, i tempi, le tariffe e le regole di svolgimento del servizio e che dia conto del servizio alimentare.

In ciascuna unità immobiliare può essere autorizzato un solo servizio di nido familiare.

L’attività è oggetto di vigilanza ai sensi della L.R. n. 30/2005. Lo svolgimento dell’attività deve essere garantita da adeguata polizza assicurativa.

Il gestore deve garantire la continuità del servizio educativo secondo modalità che devono essere specificate nel progetto di servizio, portate a conoscenza delle famiglie e con le medesime concordate.

Per il primo accoglimento del bambino al nido in famiglia, trattandosi di possibile frequenza occasionale, il genitore o chi ne fa le veci deve rilasciare dichiarazione scritta al gestore del servizio, che il bambino è stato regolarmente vaccinato e non è affetto da malattie infettive e contagiose clinicamente accertate.

Le regole di svolgimento del servizio, l’orario di apertura giornaliero e le tariffe applicate vanno esposte in modo visibile nell’ingresso.

Il soggetto gestore assume ogni responsabilità in relazione all’erogazione del servizio e pertanto nessuna responsabilità può essere imputata al Comune per qualsiasi danno o indennizzo derivante dallo svolgimento del servizio di nido familiare.